Apple Remote e Linux

By | 31 marzo 2011

Boxee

Testiamo il telecomando in uno dei mediacenter più utilizzati: Boxee.
Se abbiamo installato correttamente Boxee, troveremo la sua struttura directory in /opt/boxee. Posizionatevi nella cartella /opt/boxee/system ed editate il file Lircmap.xml.
All’ultima riga troverete il tag di chiusura di lircmap ( </lircmap> ). Aggiungete prima di questo tag il blocco remote/remote Apple_A1156 come in figura.

Lanciate Boxee e godetevi il vostro nuovo telecomando in Linux!

Wakeup

Una funzionalità pressochè necessaria per un telecomando di un HTPC è accendere il PC dallo stato di sospensione. Boxee, ad esempio, non permette dalla sua interfaccia di spegnere il computer, mentre ne permette la sospensione. Trovo il concetto di sospensione decisamente più utile della continua accensione/spegnimento del computer, in quanto le tempistiche di riaccensione sono decisamente più lunghe di un computer in sospensione. Il computer più potente e snello come sistema operativo, non impiega meno di 45 secondi per eseguire il boot del sistema fino ad una situazione “funzionale”. La sospensione, in meno di 2-3 secondi, ci permette di riprendere l’uso dell’HTPC pressochè istantaneamente.
Procediamo quindi ad abilitarne il wakeup da sospensione.
Il kernel linux gestisce gli stadi di suspend attraverso l’acpi. Eseguendo il comando cat /proc/acpi/wakeup, potremo vedere quali dei nostri device di sistema hanno il “permesso” di effettuare il wakeup del computer.
In una configurazione standard, normalmente troviamo abilitato il solo tasto del computer (SLPB). Procediamo quindi ad abilitare i device dai quali vogliamo sia permesso il wakeup.
La scheda madre del computer usato nell’articolo, vede le porte USB come device nominati UHC1/2/3/4, ma in base al chipset utilizzato dalle vostre schede madri, potreste trovarvi anche USB1/2/ecc o EHC1/2/ecc.
Il numero accanto alla sigla può variare in base al quantitativo di porte USB presente nel vostro computer.
Ciò che dovete fare, è impostare i device in ENABLED. Se lanciate il comando da utente normale, vi basterà usare questa forma:

sudo sh -c ‘echo “UHC1” > /proc/acpi/wakeup’

chiaramente sostituite UHCx con il vostro device USB (io lo faccio con tutti i device, così da permettere il wakeup pure alla tastiera o al click del mouse!)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *